Cerca nel blog

martedì 23 febbraio 2016

Dieta, croce e delizia di un'amante del cibo

Partiamo dal principio: ho un pessimo rapporto col mio corpo, magro dove dovrebbe essere grasso e ciccionissimo dove magari, insomma, si potrebbe fare moooolto meglio. Vado dalla Dot. la quale è brava, e mi dice che più di tanto non si può perché soffro moltissimo di ritenzione idrica, praticamente sono innaffiata, non grassa. Ma che disastro... poi, parliamone, io adoro mangiare e cucinare!!!
Ho iniziato per gioco una dieta idrofuga (la dieta idrofoba, credo sia quella che ho talmente fame che ti mordo se mi capiti a tiro), simil Dunkan e in realtà non so se sto dimagrendo, ma mi sto divertendo una cifra.
Prima di tutto si mangia. Mangi quando hai fame e mangi quando sei nervoso, che per me è una mano santa, e poi non conti calorie, che per me che sono fondamentalmente ossessiva in tutto tranne che nelle pulizie di casa... è il top.
Prima parte, il dolce. Come ti fai il dolce per la dieta? Ovvio. Compri l'albume in bottiglia, un pizzico di sale e olio di gomito, un po' di dolcificante liquido, metti in forno e ... meringa!!! Cioè, la meringa, che non te la mangi perché poi devi fare la dieta per seimila giorni!!! Che facciamo per pranzo? Voilà, polpettone di tonno! In realtà non credo dimagrirò molto,  ma è bello fare ogni tanto una dieta per scoprire nuovi sapori e aromi e non fossilizzarti sempre sugli stessi menù. Comunque le meringhe sono strepitose, non le farò mai più con lo zucchero. E non rimarrò più senza albume in bottiglia, una trovata fantastica e che, diciamolo, evita tantissimi sprechi!

Nessun commento:

Posta un commento